Chi Siamo

In un’epoca moderna ancora barbarica, un viticoltore di ventura, tanto sbruffone quanto miserabile, incontra un gruppetto di disperati. Insieme, costoro avranno l’arduo compito di ereditare ciò che la generazione precedente ha abbandonato, uno stile di vita dimenticato e terre da vino ricoperte di rovi. È tempo di una nuova luce, è tempo di nuovi stili di vita.

– Manuel Pulcini –

Il ritorno alla natura in questa folle società globalizzata, l’uomo che riscopre gli antichi valori del passato e ritorna a lavorare la terra, l’atto di creazione di una bevanda nobile con solo il sudore della fronte e forza di volontà. Questi sono gli elementi che ispirano i vini di Manuel Pulcini, queste le caratteristiche che si trovano in un bicchiere del suo vino, quasi in bilico tra realtà e follia, tra concreto ed astratto.

Sono Manuel Pulcini, romano di origine e pisano d’adozione. La mia vita è sempre stata imperniata attorno al mondo viti-vinicolo, infatti fin da bambino assieme a mio fratello mi divertivo ad aiutare i miei genitori nella piccola cantina che avevamo nella periferia di Roma.
Mi sono poi trasferito a Pisa per specializzare le mie conoscenze e mi sono iscritto alla facoltà di Enologia.

Ho avuto la fortuna ed il privilegio di lavorare in svariate cantine di prestigio (Castello di Verduno nelle Langhe, Colle Massari nel Grossetano, Macea di Borgo a Mozzano, Fattoria Camiliano in provincia di Lucca, l’Azienda Agricola Fonterenza di Montalcino) e nel corso degli anni mi sono avvicinato sempre di più al mondo della biodinamica e delle fermentazioni naturali.
Grazie alle esperienze pregresse ed al sostegno degli amici ho deciso di prendere in affitto 1,8 ettari di vigneto abbandonato presso il piccolo borgo di San Macario a Monte in provincia di Lucca ed altri piccoli appezzamenti della Toscana per un totale di 2,5 ettari. Ho provato quindi a mettere in pratica tutte le convinzioni e le esperienze acquisite nel tempo, al fine di far conoscere un mondo vitivinicolo differente, basato sulla Land Recovery, il rispetto della natura e sull’offerta di un prodotto privo delle sofisticazioni moderne.